Home La Città
Venerdì | 15 | Dicembre
La Città
La Storia
Scritto da dr. Santi Emanuele Savoca   

Il nome Alì, per taluni, ha origine greca, da Elim, in riferimento alla colonia greca Elide, da dove sarebbero venuti i fondatori del paese. Per altri, ha origini musulmane e sarebbe un omaggio al Califfo Alì, genero di Maometto.
Il paese, fondato nel 638 a.c. sul pianoro Mollerino, dai coloni dell’Elide, ricadeva nel territorio di Zancle Messana, ma i primi abitanti, tormentati dalle incursioni dei pirati, si trasferirono molto più in alto, sul Monte Scuderi,

Leggi tutto...
 
Come Arrivare PDF Stampa E-mail
Scritto da dr. Santi Emanuele Savoca   

 

image13591

Come ragiungerlo da: 

C A T A N I A: In auto, Autostrada A/18 svincolo  Roccalumera ;

In autobus Autolinee INTERBUS Alì Terme-Alì;

 M E S S I N A: In auto, autostrada Messina-Catania svincolo Roccalumera, direzione Alì Terme, lungo la Strada Statale 114 o svincolo autostradale Tremestieri - A18;

direzione Alì Terme, lungo la Strada Statale 114;

da Alì Terme, vicino Chiesa S. Rocco, bivio per Alì (6 km)

In autobus Alì Terme-Alì;

Autobus di Linea:

Per Messina: partenza ore 5,15
Da  Messina: partenza ore 6,00 - 6,45 - 14,15>
Da Alì Terme: partenze ore

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 02 Luglio 2010 15:00
 
La Riserva Naturale Orientata PDF Stampa E-mail
Scritto da dr. Santi Emanuele Savoca   

Generalità


La Riserva Naturalemonte scuderi7 Orientata di Fiumedinisi e Monte Scuderi è stata istituita nel dicembre 1998; ricade in provincia di Messina, comprende territori di ben otto comuni ed ha una superficie complessiva protetta (zona A integrale e zona B pre-riserva) pari a circa 46 Kmq.
L’altitudine della riserva varia da 200 mt. circa s.l.m. fino ai 1.279 mt. di Monte Poverello; alle quote più alte troveremo bellissimi esemplari di Erica arborea, il Leccio, la Carpinella, l’Acero, la Rovere, l’Agrifoglio, l’Alloro; la fauna riscontrata nell’ambito della Riserva comprende il Coniglio selvatico, l’Istrice, il Riccio, la Martora, la Donnola, il Cinghiale; numerosissimi gli uccelli tra cui molti rapaci diurni e notturni nidificanti: la Poiana, lo Sparviero, il Gheppio, il Falco pellegrino, il Barbagianni, la Civetta, l’Allocco; comuni sono anche i rettili e gli anfibi.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Giugno 2010 08:51
Leggi tutto...
 


Documenti Online
Ultimi articoli
Chi è online
 447 visitatori online